AJSHA

AJSHA

"Mia piccola e dolce Ajsha a soli 7 mesi e mezzo ho dovuto prendere la decisione di farti salire vicino a nostro Signore.La tua malattia più la curavo, più peggiorava di giorno in giorno. Sono passate solo due ore dalla tua decessione e ancora ti vedo qui con me, giochi, mordi tutto, mi stressi per giocare mentre io cerco di riposare, dai fastidio alla nonna che non vuole che vai in camera da letto che gli fai la pipì ovunque.. Ti sento vicino a me.. quando ho visto il tuo ultimo respiro ho capito che Dio era venuto a prenderti.. prima ero io a doverti stare vicino, sorvegliarti e proteggerti, adesso, sei tu che da lassù puzzettina mia mi proteggi e vegli su di me... ti prometto che non ti dimenticherò mai; e che se mai dovessi avere un altro cane le darò il tuo nome... Mi mancherai in un modo che nemmeno io posso descrivere, ma sono felice perchè hai smesso di soffrire e adesso giochi in cielo.. abbiamo pochissimi ricordi insieme e la maggior parte purtroppo sono brutti... Ma io ricorderò sempre quanto tu eri importante per me e sarà proprio questo che mi darà la forza per andare avanti.. ti amo mia piccola stella salita in cielo... sei la mia FORZA.

i tuoi papà Marco e Naim."