CHANEL 2

CHANEL 2

Ciao piccola Chanel,

oggi 11 luglio 2018, il maligno – improvvisamente - ti è venuto a prendere, a soli pochi minuti dall'arrivo di Daniela, nella clinica ove da alcuni giorni combattevi per poter ritornare a correre con le tue zampette ticchettanti.

Ieri sera il tuo sguardo ci sembrava più vispo e rassicurante, ti abbiamo accarezzato a lungo e baciato e ci hai guardato, mentre uscivamo dalla clinica, con la tua solita dolce intensità...non abbiamo forse capito che quello era il tuo ultimo segno di saluto non avendo più la forza di abbaiare. La brutta notizia ci ha colto di sorpresa ed il dolore che proviamo è veramente grande insieme ad una tristezza infinita.

Il veterinario era con te quando hai cessato di vivere, speriamo senza sforzo e male. Avremmo voluto essere con te nel momento in cui hai chiuso per sempre i tuoi occhi che sapevano esprimere tutto e tanto ....questo è il rammarico che sarà difficile cancellare.

Diverse volte – negli ultimi mesi - quando ti accarezzavo e pensavo malinconicamente ad una tua futura dipartita, ti avevo promesso che avremmo fatto di tutto per essere partecipi e rendere ciò meno sofferente possibile.

L'ultimo bacio e le ultime carezze, piccola Chanel, le hai ricevute quando il tuo cuore aveva già cessato di battere ma il corpicino era ancora caldo. La tua anima, comunque, aleggerà sempre tra noi insieme ad infiniti e struggenti ricordi.

Ti abbiamo presa giusto 10 anni fa, strappandoti dal brutto luogo ove il malvagio ti teneva stretta, senza amore e privandoti di tutto.

Hai subito manifestato, con tutti, una grande dolcezza e tenerezza unita ad una intelligenza incredibile. Hai accettato e ricambiato tutto l'amore che volevamo darti per eliminare dalla tua mente i tristi trascorsi.

Insieme abbiamo passato questi bellissimi anni con grande gioia, abbiamo cercato di non farti mancare nulla; per me e Daniela sei stata – come diceva Eleonora - una seconda figlia ed una amatissima sorella per lei.

Ti abbiamo portato dalle Alpi alla Sicilia, su e giù, al mare, ai monti, ai laghi, in auto, nave, treno funivia ed in ogni luogo senza alcun problema. Sei stata felice con noi e noi con te, capivi i nostri momenti di solitudine o malinconia e la tua presenza è sempre stata importante per noi. La tua fedeltà e gratitudine si è sempre dimostrata esemplare.

Grande è stato il dolore di vederti ammalare cosi velocemente...solo una settimana fa correvi nel sentiero della passeggiata annusando gli odori della natura e degli altri animali. Adesso facciamo fatica a rendersi conto di quanto accaduto.

Anche se in questi ultimi giorni non eri con noi, la tua presenza sembrava materializzarsi e mi pareva di sentire le tue unghiette picchiettare sul pavimento e l'abbaiare al nostro arrivo per avere la giusta dose di coccole.

E' una sensazione che si prova particolarmente per le persone care a cui hai voluto veramente bene, la medesima sensazione che mi assale quando vado nella casa e nei luoghi ove hanno vissuto i miei genitori.

Ci mancherai piccola e grande Chanel, ti sei fatta amare da tutti, se non abbiamo fatto qualcosa che avremmo potuto... ti chiediamo sinceramente di perdonarci.

Resta un vuoto incolmabile e con te parte anche un pezzo di noi.

Non ti scorderemo mai piccola Chanel, ti ringraziamo, immensamente, per il grande bene ed affetto che ci hai manifestato, adesso corri felice nella verde ed infinita campagna …. aspettaci!!! un giorno – forse - ci ritroveremo tutti insieme e nessuno più ci dividerà.

Daniela, Eleonora e Piero